Programmare in Apple Swift 2

new_book_540x800

Ciao a tutti cari amici di iProg, come ben sapete ormai è già da qualche anno che è stato  rilasciato un nuovo linguaggio di programmazione ovvero Swift.  Apple di recente ha reso open source Swift inoltre ha anche messo a disposizione una versione del seguente  linguaggio per Linux, sistema operativo utilizzato spesso per fare funzionare i server cui si collegano i computer aziendali. IBM utilizza soluzioni di questo tipo, quindi chi sfrutta i suoi servizi potrà realizzare applicazioni con Swift che riescono a dialogare meglio sia con i server Linux sia con i dispositivi Apple su cui sono installate. Sembra evidente quindi l’importanza di imparare questo nuovo linguaggio in quanto potrebbe diventare un must per tutti i futuri programmatori. A tal proposito voglio  introdurvi un manuale che illustra sia tutte le novità inserite nella versione 2 di Swift che le basi di programmazione vere e proprie. Questo fantastico manuale è: Programmare in Apple Swift2 edito da EasyRead. Gli autori sono due professionisti del settore IT ovvero il Dott. Pasquale Ragozzino e il Dott. Antonio Agliata.
Dopo questa piccola introduzione mi sembra opportuno andare ad analizzare il manuale più da vicino.

Il manuale è composto da circa 200 pagine  suddiviso in 18 Capitoli, essi sono:

Capitolo 1: Le basi

Nel primo capitolo vengono illustrate le basi del linguaggio swift come ad esempio i tipi di dati,  le operazioni sulle stringhe e molto altro.

Capitolo 2: Gli operatori di base

In questo secondo capitolo vengono illustrati gli operatori di base, ovvero i vari operatori aritmetici.

Capitolo 3: Gli operatori avanzati

Nel terzo capitolo vengono spiegati gli operatori logici (NOT, AND, OR), gli operatori Bitwise ecc.

Capitolo 4: Le strutture di controllo

In questa quarta parte vengono spiegati tutti gli operatori di controllo e i  costrutti  di iterazioneco  messi a disposizione dal linguaggio swift come ad esempio: If, Switch, For, While, ecc.

Capitolo 5: Le collezioni

In questo capitolo vengono spiegati gli array e i dizionari, ovvero le due strutture dati più famose e utilizzate  in qualsiasi linguaggio di programmazione.

Capitolo 6: Le funzioni

Nel sesto capitolo vengono spiegate le funzioni, ovvero cosa sono, come crearle e come utilizzarle.

Capitolo 7: Le Closure

Qui già andiamo a trattare argomenti di programmazione leggermente più avanzati, in pratica l’intero capitolo è incentrato sulle closures.

Capitolo 8:  Le enumerazioni

Nel capitolo otto viene spiegato cosa sono le enumerazioni e come utilizzarle.

Capitolo 9: Classi e Strutture

In questo capitolo vengono spiegate sia le classi che le strutture, inoltre viene illustrato perchè utilizzare una invece che l’altra.

Capitolo 10: Le proprietà

Nel capitolo 10 come si evince dal titolo vengono spiegate le property, esse rappresentano le proprietà di una classe o di una struttura.

Capitolo 11:  I metodi

In questo capitolo si continua a parlare di programmazione ad oggetti, in particolare qui viene spiegato cosa sono i metodi e come utilizzarli.

Capitolo 12:  L’ereditarietà 

L’ereditarietà è uno dei pilastri della OOP e in questo paragrafo viene  illustrato in maniera esaustivo.

Capitolo 13: Gli inizializzatori

Gli inizializzatori assegnano dei valori predefiniti a istanze, anche in questo caso il seguente argomento  viene illustrato in maniera eccelsa.

Capitolo 14: I deinizializzatori 

I deinizializzatori vengono invocati quando un istanza viene deallocata, esse possono risultare molto utili. Per saperne di più vi consiglio una lettura approfondita del seguente capitolo.

Capitolo 15:  Gestione delle eccezioni

Le eccezioni si occupano di rilevare blocchi di codice a rischio di errori ed  è proprio questo l’argomento del capitolo 15.

Capitolo 16: Le estensioni

Proprio come suggerisce la parola le estensioni consentono di estendere le funzionalità di una classe,  in questo capitolo verrà illustrato come estendere le classi nel linguaggio Swift.

Capitolo 17: I protocolli

In questo penultimo capitolo vengono illustrati i protocolli, ovvero cosa sono, come e quando utilizzarli.

Capitolo 18: I generics

Come in molti linguaggi di programmazione anche swift mette a disposizione i generics essi danno la possibilità  di sviluppare un codice “flessibile”.

Considerazioni

Ho trovato il libro molto ben scritto e piacevole da leggere, il testo è consigliato sia ai neofiti che ai programmatori esperti specialmente se si ha intenzione di migrare dal linguaggio Objective-C a Swift. Il testo è di ottima fattura inoltre è interamente a colori come si può notare dagli screen qui in basso:

 Foto 22-07-16, 14 13 29  Foto 22-07-16, 14 12 58

Per quanto concerne l’acquisto, potete trovare il libro in tutte le migliori librerie, oppure acquistarlo tramite uno dei seguenti link:
Feltrinelli

Amazon

Related Posts

Rating in iOS

Come creare un framework in swift

Creazione di un CocoaPod

Usare lo Speech to Text di Siri nelle applicazioni iOS10

Si prega di attivare i Javascript! / Please turn on Javascript!

Javaskripta ko calu karem! / Bitte schalten Sie Javascript!

S'il vous plaît activer Javascript! / Por favor, active Javascript!

Qing dakai JavaScript! / Qing dakai JavaScript!

Пожалуйста включите JavaScript! / Silakan aktifkan Javascript!